F.I.T.A. Comitato Regionale per il Friuli Venezia Giulia
F.I.T.A. Comitato Regionale per il Friuli Venezia Giulia

IL GABBIANO

Compagnia Teatrale

Trieste (TS)

 

CONTATTI:

PAOLO CESEN

Cell. 335.1236725

paolocesen@alice.it

Sede: Via Baiamonti, 12 c/o L’ARMONIA

34145  TRIESTE

http://www.teatroarmonia.it

 

 

Il Gruppo teatrale amatoriale con repertorio in dialetto triestino calca le scene del Triveneto e dell’Istria ormai da più di 30 anni.

Motore del Gruppo è stato fino al 2010, anno della sua prematura scomparsa, Osvaldo Mariutto (classe 1960) aveva iniziato a calcare i palcoscenici del teatro amatoriale già da adolescente, ma il suo amore per il teatro ha potuto trovare spazio con Il Gabbiano nella stesura di testi autografi (10  in tutto più 3 atti unici dedicati esplicitamente alla città di Trieste) e traduzioni in dialetto di testi italiani e stranieri, (7 ‘disadattamenti’ come Lui amava chiamarli) tutti rappresentati dal Gruppo Il Gabbiano, a partire già dal 1982.

Negli anni ha curato anche la regia degli spettacoli, a volte a più mani. La gran parte di queste rappresentazioni hanno portato successo di pubblico e di critica, con premi alla Compagnia, in tutto il Triveneto, anche l’ultima commedia autografa di Mariutto “Cicole ciacole, rayban e fritole” ha portato, nel 2009, il premio “Armonia” quale miglior attrice a Monica Parmegiani.

Dal 2010 la regia del Gruppo è passata a Riccardo Fortuna. Pur nel cambiamento, nel passaggio ad uno stile diverso sia nella regia come nell’ambientazione delle trasposizioni, la Compagnia ha saputo mantenere i ritmi scenici e la verve particolare (el “morbin”, come viene definito a Trieste!) che li ha sempre caratterizzati.

 

Gli spettacoli che proponiamo.......

 

FORSI CHE Sì… FORSI CHE NO

commedia in dialetto triestino

testo e regia di Riccardo Fortuna, da un’idea di Cristopher Durang

 

“FORSI CHE Sì… FORSI CHE NO” è una spassosa ed irriverente satira della psicanalisi e della società moderna; dove Bruno ama Andrea, ma Andrea non ama Bruno, ama Costanza, Costanza non ama Andrea, Zimermann ama Costanza, ma Costanza inizia ad amare Andrea; poi Carlotta s’innamora di Zimermann, ma Zimermann continua ad amare Costanza e, alla fine, Bruno fugge con  Angelo che non ama nessuno.

“E’ importante guardarci dentro osservandoci da fuori, farlo sorridendo è ancora meglio.”

 

 

TUTINSCURO - Black Comedy

di Peter Shaffer

(per gentile concessione della MTP Concessionari Associati Srl – Roma)

adattamento in dialetto triestino e regia di Riccardo Fortuna

 

Tutto ha inizio da un improvviso corto circuito; proprio quando Duilio, artista squattrinato, sta aspettando la visita di un importante miliardario che potrebbe acquistare le sue opere, al suo fianco c’è Sonia, la sua superficiale fidanzata, che ha invitato l’impettito nostromo Ildebrando, suo zio, per ottenere il consenso a sposarsi  e, nel buio  più assoluto in un vorticoso crescendo, si sommeranno il ritorno inatteso di Isidoro, il vicino gay, di Debora, l’ex fidanzata, di Vladimira, l’inquilina del piano di sopra, di un eccentrico elettricista e, forse chissà, dell’atteso miliardario.

In un esilarante gioco al negativo, il palco sarà perfettamente illuminato quando per i personaggi sarà buio e buio quando sarà luce, si scoprirà che ciò che accade al buio è molto più chiaro di ciò che accade in piena luce.

 

Il nostro indirizzo

F.I.T.A. Friuli Venezia Giulia
Via Guglielmo Marconi 24
33083 Chions

Tel. +39 333 4728448

Visite al Sito

Nuovo progetto

Siamo lieti di presentarvi un nuovo progetto culturale.

Il nostro nuovo sito web

Vi invitiamo a visitare il nostro sito.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© F.I.T.A. Friuli Venezia Giulia Via Guglielmo Marconi 24 33083 Chions Partita IVA: