F.I.T.A. Comitato Regionale per il Friuli Venezia Giulia
F.I.T.A. Comitato Regionale per il Friuli Venezia Giulia

NUDA SCENA

Via Montello, 74

33170 Pordenone

Referente: Baggio Vilma

Cell. 338.5939284

Mail: baggio.vilma@gmail.com

 

Nuda Scena nasce nel gennaio del 2016 dalla voglia di tre appassionate donne, palcoscenico dipendenti, di rappresentare testi – forse un po’ meno noti – di autori di vario genere.
L’intento è di fare “teatro con l’anima” portando lo spettatore e l’attore stesso al coinvolgimento emotivo, facendogli vivere l’inserimento nella storia, nella scena, nel contesto sociale, nella caratterizzazione del personaggio.

E’ su questo che si basa tendenzialmente il lavoro che decidiamo di fare analizzando il testo che scegliamo di portare in scena. 

Con esperienze e percorsi diversi, ma con lo stesso approccio e passione per i testi e le ambientazioni fino a questo momento scelte, chi oggi fa parte del nostro gruppo ha portato in scena opere decisamente eterogenee: “Annie Wobbler” di Arnold Wesker , “Il Rosario” di Federico de Roberto e “Donna Rosita Nubile” di Federico Garcia Lorca.

E’ proprio durante la lavorazione di “Donna Rosita” che è nata l’idea di Nuda Scena: non solo per avere l’occasione di dare lo spazio che questo coinvolgente testo di Lorca merita, ma per sbizzarrirsi in altre avvincenti storie.      
Sia pur neo – nata, Nuda Scena ha ampliato la sua compagine e al momento sta lavorando a un nuovo progetto che sarà … un vero colpo di scena.

 

Spettacoli che proponiamo:

“Donna Rosita nubile” è un poema scritto da Federico Garcia Lorca nel 1935, poco prima della sua morte.

E’ la storia della giovane Rosita ardentemente innamorata del giovane cugino, costretto a separarsi da lei e a lasciare Granada per recarsi a Tucuman, in Argentina, per seguire i possedimenti terrieri di famiglia.

Tutta la vicenda ruota attorno al tema dell’amore: prima corrisposto, poi interrotto dalla distanza, poi falsato dalla menzogna, infine tradito dalla nuda e cruda verità.

Rosita è una giovane innamorata che si consuma nell’attesa del ritorno dell’amato, che vede la vita degli altri compiersi e la sua scorrerle nella vana speranza di un futuro che non si compirà come desidera e immagina.

Al suo fianco altre figure femminili segnano il passare del tempo, tra ilarità e disincanto: tempo scandito dai tre atti dell’opera e dal ciclo di vita della Rosa Mutabilis che nell’arco di una giornata “si schiude vermiglia, diventa quasi bianca la sera per poi sfogliarsi al calare della notte”.  

 

Il nostro indirizzo

F.I.T.A. Friuli Venezia Giulia
Via Guglielmo Marconi 24
33083 Chions

Tel. +39 333 4728448

Visite al Sito

Nuovo progetto

Siamo lieti di presentarvi un nuovo progetto culturale.

Il nostro nuovo sito web

Vi invitiamo a visitare il nostro sito.

Stampa Stampa | Mappa del sito
© F.I.T.A. Friuli Venezia Giulia Via Guglielmo Marconi 24 33083 Chions Partita IVA: